18 febbraio, 2007

Vi presento Deng


Sarò rapida perchè la connessione in albergo costa un'esagerazione (apprezzate la mia totale dedizione al mestiere di blogger). Siamo arrivati a Hong Kong oggi pomeriggio. Ieri sera e questa mattina li abbiamo passati a Shenzhen (leggesi sciengèn). Città "nuova", ovvero sviluppatasi in maniera impressionante, tanto che oggi conta 15 milioni di abitanti, negli ultimi 25 anni. Voluta da Deng Xiaoping: da qui la gigantografia della prima foto, che si trova ad uno degli incroci principali della città. Mi ha fatto un po' strano. Di solito, il soggetto preferito dai cinesi è Mao. Qui non se lo caga nessuno.


In questa immagine la vista da casa di Paolo. Il tempo, come potete notare, non è un granchè. Se non che fa caldo e si sta in maglietta anche di sera (la Meimei starà rosicando come al solito, lo so).


Questo invece è un parco bellissimo sempre sotto casa di Paolo. Fa abbastanza impressione vedere tanta vegetazione. A Shanghai è tutto grigio. Così, devo ammetterlo, anche una città che non ha nessuna particolare attrazione turistica come Shenzhen, non riesce a non colpirmi.

Che altro? A Shenzhen ci sono tantissimi mendicanti. A Shanghai, a parte il racket dei bambini di Tongren Lu che ti seguono per strada alla due del mattino, è raro vedere qualcuno che ti chiede soldi.

E poi... ah si, ho mangiato a un giapponese da paura. Altro che il pesce surgelato che ti smollano a Shanghai. Vero sushi, vero sashimi. Buonissimo. Vado a leggere qualcosa. Bonne nuit...

2 commenti:

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

la meimei sta rosicando sotto i venti strati di vestiti che indossa. Ieri sera parlavo con una cinese del mio soprannome emi ha detto ch epuò voler dire anche beautifulbeautiful? che dici? confermi? Mi starebbe ancora piu a pennello.

Madame ha detto...

si vero. vero che può significare anche quello. ;-)