24 settembre, 2007

"E' meglio una delusione vera di una gioia finta..." (tutto sommato)

Ieri sera Monica ha ribattezzato casa nostra la Casa delle Cause Perse. Dato il nostro spiccato senso dell'autoironia il nuovo nome ci è pure piaciuto. E' obiettivamente azzeccatissimo per tutti e 4 (noi+Mao). Personalmente ho un grande handicap relazionale: non riesco a "lasciar perdere" persone che probabilmente non vale la pena avere vicino. Odio i momenti di tensione nei rapporti, ho sempre bisogno di mettere a posto, chiarire, riallacciare. Lo faccio per default, anche con persone di cui me ne frega poco, figurarsi con quelle a cui tengo. Ho una capacità di ostinazione nelle situazioni frustranti che è sorprendente. Istintivamente mi verrebbe anche da pensare che sia una qualità: alla fine è sempre indice di un reale attaccamento. E ogni tanto porta anche a delle soddisfazioni. Ma molto più spesso, mi sembra, condanna a delusioni e perdite di tempo. E' possibile imparare a fottersene? A lasciar andare via quando un rapporto dà più frustrazioni che piacere?


8 commenti:

Alfredo ha detto...

Hai una qualità rara, non perderla! Rimpiango non aver fatto quello che fai tu:"ogni tanto porta anche a delle soddisfazioni".
Passato il tifone?

Marco ha detto...

Io sono esattamente il contrario...le tensioni mi infastidiscono ed allora passo immediatamente in modalità "me ne fotto", così lka ensione se ne va...visto che non me ne curo più.
Due modi diversi per arrivare apparentemente allo stesso punto...apparentemente, appunto.

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

Il mio atteggiamento è strano e dipedne molto dal ruolo che hanno le persone nela mia vita (reale o potenziale che sia).In generale mi impegno molto meno di te nei rapporti, ma ci rimango veramente male se la cosa non va a buon fine. E' come se percepissi delle occasioni mancate, che in qualche modo non sono riuscita a cogliere e mantenere. Pensa un pò a noi due. Siamo state vicine, lontane, lontanissime, sovrapposte. Non credo sia una questione di impegno.

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

Il mio atteggiamento è strano e dipedne molto dal ruolo che hanno le persone nela mia vita (reale o potenziale che sia).In generale mi impegno molto meno di te nei rapporti, ma ci rimango veramente male se la cosa non va a buon fine. E' come se percepissi delle occasioni mancate, che in qualche modo non sono riuscita a cogliere e mantenere. Pensa un pò a noi due. Siamo state vicine, lontane, lontanissime, sovrapposte. Non credo sia una questione di impegno.

Marco ha detto...

Si può avere una documentazione filmata, o almeno fotografica, di quando eravate sovrapposte????
Ok, sono il solito maniaco...
chiedo scusa.

Anonimo ha detto...

Non ce la puoi fare, sei una inguaribile romantica, combatti la tua battaglia contro i mulini a vento perche' vuoi che tutto vada per il verso giusto...!

Pero', nonostante l'incredibile impegno, spesso sarai sopraffatta dall'altra persona.
Se lei non lo vuole, o e' troppo semplice per apprezzare quello che fai, potrai pur farne di cotte e di crude, ma la gomma di quel muro ti rimbalzera' tanto piu' forte quanto piu' decisa lo spalleggerai...

Ma e' giusto cosi, anzi si deve far cosi'!
Solo provandoci, qualche volta, ci si azzecca!
O no...? ;-)

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

Madame vorrebbe sapere chi si nasconde dietro l'anonimato dell'ultimo commento e usa me per ovviare al problema di non poter scrivere commenti.
Cordiali Saluti

Marcello ha detto...

Stasera al bar (!?!) mi e' stato fatto notare, per altro con molta arguzia, pure troppa... che nn avevo firmato, sorry Laura!
Non era voluto, cmq!

Non conoscendoti, ho semplicemente "guardato con i miei occhi" il tuo post...
Alla prossima!