18 settembre, 2007

Nella morsa del tifone

A Shanghai si prevede per domani l'arrivo del tifone Wipha. In realtà è da ieri sera che diluvia più o meno ininterrottamente. Oggi ho passato un pomeriggio del cavolo. Più che altro mi sono resa conto di non essere in grado di gestire me stessa in situazioni di allarme. Dunque, causa pioggia rimango bloccata in casa. A un certo punto mi accorgo che inizia a colare dal soffitto un rivolo d'acqua. Per essere precisi la cascatella ha origine da un faretto della cucina, fortunatamente spento. Scendo a cercare qualcuno del management. Non è un caso che una delle mie frasi preferite in cinese sia "mi puoi aiutare?". Il tipo mi segue e, dopo aver fatto un primo sopralluogo e aver contattato il padrone, decide di chiamare un collega. Le due menti, non capisco ancora in base a quale logica, decidono di accendere la luce del faretto ancora sgocciolante. Saranno mongoloidi?! Inizio a gridare che non voglio la luce. Questi mi ribattono con un discorsone in cinese, di cui ovviamente non capisco assolutamente nulla. Io che ripeto di staccare l'elettricità. Alla fine riesco a convincerli. I due se ne vanno. Resto due ore in casa ad aspettare che torni Alice. Senza elettricità, senza internet, senza mac... insomma, una palla. Torna la Ally e, tramite un suo collega cinese chiamiamo il padrone, il quale sostiene, bella lì, che è colpa mia perchè ho cacciato le persone che erano venute ad aiutarci... chiaro, no?
Epilogo (forse): è appena arrivato il padrone. E' tornato coi due aiutanti di prima. Si sono addentrarti in cucina camminando a piedi scalzi sul bagnato e hanno acceso la luce. Io e Annika ci siamo accampate sul divano. Servirà ad isolarci? Mo' vediamo cosa riescono a combinare 'sti tre premi nobel.
Se non mi sentite per qualche giorno comunque non vi allarmate, può anche essere semplicemente che la connessione non funzioni... :-)

6 commenti:

Alfredo ha detto...

Fra quello che racconti tu di sti cinesi "premi nobel" e quello che ipotizza Alan Greenspan direi che non è il caso di scommettere più di tanto sulla Cina a medio-lungo termine....
Auguri per il tifone!

Marco ha detto...

E' inutile. 'sti cinesi riescono soltanto a copiare. Qualcuno che abbia un minimo di nozioni di base sull'elettricità dovrebbe mostrar loro che acqua e corrente elettrica non vanno d'accordo. Una volta fatto, loro sono in grado di continuare benissimo da soli e portare avanti il mestiere, ovviamente abbattendo i costi ed utilizzando materiali di seconda scelta. Così da ammazzare anche la piccola imprenditoria artigiana.

Re_Fuso ha detto...

Perlomeno ora sappiamo quanti cinesi ci vogliono per svitare una lampadina :)

Enjoy

silvia ha detto...

stai attenta, cara madame ad usare certi termini (mongoloidi). beppe grillo si è appena ritrovato addosso tutta la comunità dei familiari dei malati di alzheimer, per aver detto che prodi sembra un malato di alzheimer, appunto....

Anonimo ha detto...

Non volevo dirtelo, ma e' evidente che ti serve un uomo occidentale...

Saluti da Piacenza...!

Marcello

Cris ha detto...

Ciao Là!!
ma non era meglio evacuare insieme agli altri 200 mila?!? .. magari con un pò d'anticipo tanto per arrivare a casa sana e salva..
Qui ci sono un sole e un caldo bellissimi..
un bisou