17 gennaio, 2008

Fiuuu...

Ragazzi, ora lo posso dire tanto non lo devo più fare. Domani sera avrei dovuto partecipare a una sfilata come modella. Non ridete. A pensarci mi vengono ancora i brividi. Chi mi conosce sa perfettamente quanto non sopporti questo tipo di cose. In genere tutto quello che è associato all'esteriorità, soprattutto se è studiato e non spontaneo, mi mette in imbarazzo. E, a prescindere dalla mia timidezza di base, l'idea di sfilare davanti a una platea di 400 persone mi creava seriamente problemi. Non potete capire, invece, quanto erano convinte le mie "colleghe". Esaltate da tutto. Anche dai vestiti che, dovendosi ispirare alla moda anni '80, erano abbastanza osceni. Beh, che dire: quando ieri ho avuto l'illuminazione che avrei potuto farmi sostituire da una mia amica cinese che, al contrario di me, sa apprezzare, mi sono autoringraziata per tutto il giorno. Ora posso andare alla festa e divertirmi. Anche se, in quanto ospite normale, non potrò più beneficiare dell'opzione free drinks... Vabbè, me ne farò una ragione! ;-)

@ ., cioè Michele: vivi in Cina dove? E che fai?
@ Giulia: La maledizione di Kiss Kiss Bang Bang perseguita anche me tesor: ieri l'ho trovato per caso nel mio negozietto di fiducia. Arrivo a casa dopocena, lo metto su, ne guardo più di tre quarti e... il dvd comincia a saltare. L'ultima mezzora è inguardabile. Oggi provo ad andare a farmelo cambiare. Che sfiga.

6 commenti:

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

E' inutile. Al pari di tua cugina, hai le sfilate nel dna...puoi scappare da tutto, ma non dalle predisposizioni genetiche!

Ale ha detto...

la meimei ha proprio ragione..ce l'hai nel sangue..avresti potuto farti dare due dritte via telefono dall'illustre parente cosi' avresti superato l'imbarazzo!

Marco ha detto...

Posso dire di conoscere una modella?
Guarda che la moda anni '80 è bellissima...

eltorodeoro ha detto...

si dice indossatrice...

Mitch ha detto...

e chi sarebbe codesta illustre parente??

Michele ha detto...

Ciao, io vivo a Pechino, sono ancora studente universitario... eh, ma te l'avevo detto che da grande vorrò essere come te, no?