10 febbraio, 2008

UNSEEN



Ieri ho visitato due musei, il Shanghai Art Museum ed il Moca.

Nel primo c’erano due exhibitions interessanti, di due cinesi di cui non ricordo assulutamente il nome visto che non c’era nessuna traduzione in inglese, tra l’altro Maxinne dovrebbe prepare un post in cinese (con traduzione forse) su queste mostre, ora glielo ricordo.

Mostra a parte, la cosa impressionante è il fatto che i cinesi (Max inclusa) hanno passato tutto il tempo fotografando i quadri e pure i video!

Non capisco perchè debbano immortalare tutto continuamente, sarà la passione per la teconologia? Ma che fine fanno poi tutte quelle foto?

Ci sono persone che sul computer hanno tante di quelle foto che non riguarderanno mai due volte nella vita, per cui è come non averle.

Parlando di fotografia la mostra del Moca era una collezione di diversi fotografi con diversi soggetti che in comune non avevano altro se non il titolo “UNSEEN”, che mi ha ricordato un sito di fotografia che mi piace tantissimo http://www.unphotographable.com/.

Questo sito è una raccolta di tutte quelle fotografie che Michael Murphy avrebbe voluto scattare e che per vari motivi non ha pututo.

Mi piace perchè inizia ogni post dicendo: this is the picture I did not take.

La fotografia che ieri non ho scattato è l’ossessione cinese per il digitale.

Baci


La fotografia pubblicata è di Julia Fullerton-Batten.

Annika

5 commenti:

lasignoraminù ha detto...

buon sangue nn mente!!!!si sente che sei la sorella di bellaile...stesso stile!!!!graaaannndddeeeeeee!!!!!!!tvb

Bellaile ha detto...

Anny, ieri non ho fotografato un parrucchiere cinese in via Lomellina che mi ha fatto la piega per 6 euro!!

Anonimo ha detto...

ma sul serio? per 6 euro? ti ha fatto anche il massaggio alla testa? annika

Bellaile ha detto...

Mi ha lavato i capelli seduta in poltrona, praticamente senz'acqua, massaggiandoli per un quarto d'ora, anche lì fanno così?
Cmq bravi, anche se un po' puzzolente negozio...

kavia ha detto...

grazie anni, ora bellaile prima di farsi suora dovrà soddisfare un paio di capricci, e io sicuramente rientro in uno di quelli....