27 marzo, 2008

Là-crimevolissima

Didascalia: quando ero piccola mi chiamavano farfallina perchè non stavo mai ferma. Mi ci rivedo un bel po', nella bambina della foto.

Già di consueto vittima innocente del premestruo, questo mese in particolare mi sento facile preda di pianti selvaggi. Un paio di esempi.

1. Ieri sera arrivo a casa dopo una decina di ore di viaggio (tra i vari spostamenti con barche, aerei e taxi) e ritrovo tra la posta la mail di una delle mie più care amiche che mi annuncia il suo imminente matrimonio a settembre. Ora, da ateona indefessa quale sono, normalmente non attribuirei molto valore al fatto del matrimonio in sè. Ma in questo caso sì. E' stata in assoluto una delle notizie più belle ricevute nell'ultimo anno. E il suo modo pacifico e naturale - non saprei come altro definirlo - di raccontare questa decisione mi ha spalancato di nuovo una finestra sul mondo delle relazioni felici. Ogni tanto me ne dimentico, insomma.
2. Qui, devo avvertirvi, si manifestano più che mai i segni di una mia qualche perversione. Questa mattina arriva la scheda elettorale della circoscrizione estero per Annika. Azz, lo so. Nessuno di voi avrà voglia di andare a votare, 'sto giro. Ma quando mi accorgo di quello che tengo tra le mani, dopo aver firmato la ricevuta del postino, il mio senso civico esplode... il tutto si esaurisce in una modesta lacrimuccia, ok, ma la commozione è sincera, ve l'assicuro.
3. Avendo l'impegno improrogabile di questo matrimonio decido di fissare la data del mio rientro a subito dopo le vacanze estive (questo è un altro capitolo, se ne parla prossimamente). Mi chiama Silvia e mentre le comunico la data prescelta mi accorgo che non riesco nemmeno a pronunciare la frase "me ne vado" che subito mi si ingolfa la gola e mi si riempiono gli occhi di lacrime. Vi faccio notare, se già non ci avete fatto caso da soli, che siamo a marzo. Prevedo mesi felici.
4. Giusto perchè ieri sera ero molto stanca e non ero certa di aver colto tutte le sfumature della mail della futura sposa questo pomeriggio me la rileggo e riesplodo nuovamente in un pianto dirotto. Va detto che, evidentemente, ci sarà anche una bella dose di compiacimento in questa caccia alle manifestazioni commoventi!

Poichè, ve ne renderete conto voi stessi, avete a che fare con un soggetto emotivamente instabile, vi prego di non fare affidamento su quanto detto a proposito del mio rientro definitivo. L'intenzione c'è ed è seria. A settembre sarò in Italia, questo è sicuro. Per quanto riguarda la questione del definitivo ci sto riflettendo tanto ma per me è davvero una decisione difficile da prendere e richiede molta fatica. A voi, a pochi di voi, costa al massimo un po' di pazienza...

Buona notte chéris!

8 commenti:

Filippo ha detto...

Cara Laura, mi sa che la decisione l'hai già presa, cmq ti scrivo solo per ricordarti la missione che ti ho affidato riguardo al voto di voi cittadini all'estero. Mi raccomando! Un bacio

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

La scena della scheda elettorale me la riesco ad immaginare perfettamente. Per certe cose sei veramente unica. E d'ora in poi mi piace l'idea di definirmi Ateona..

Madame ha detto...

@ filippo... ci sto provando ma x ora con scarsi risultati!!

@ giulia: che ateona trash che sono, eh?

@ tutti: guardate che sto bene, qui mi stanno arrivando mail e telefonate preoccupate sul mio stato emotivo... tutto ok, mi commuovo solo per qalunque roba ma sono cmq piuttosto felice! don't worry!!

Anonimo ha detto...

nessuno può capire la sindrome premestruale, se non chi ne è affetto. cara madame hai tutta la mia solidarietà. io in quel periodo ho sbalzi d'umore talmente ampi che mi vengono le vertigini. baci, silvia.

Bellaile ha detto...

Ah come ti capisco, poi dopo una vacanza, con l'aria di primavera, cambiamenti, decisioni, brrr, veramente difficile scegliere, ma io mi ispiro a Paolo Fox, che ieri ha detto che nel 2008 ci sarà un grosso cambiamento, volenti o nolenti che siamo. Aiuto!

Bellaile ha detto...

Ah di Pamuk ancora non ho letto nulla, ma ho un libro da qualche parte nella casa paterna. Cmq ho appena scoperto i racconti della Oates e di Coake: stupendi e inquietanti, un po' tipo un Carver-psycho...se ti capita!

Madame ha detto...

ile ne terrò conto quando tornerò in Italia... qui la vedo un po' complicata!! un bacione

elenita ha detto...

Cherie,io non ho pianto ma mi sono emozionata un saccccooooo!!!! mi spiace per skype ma ero fuori dal mondo questo fine settimana... senti comunque dobbiamo parlare seriamente della cosa, oggi do un'occhiata ai voli per settembre... poi ti faccio sapere! ci sentiamo presto magari la prox settimana.baciiii