18 ottobre, 2006

Caos calmo

È l’unico libro italiano che ho qui e forse per questo gli portavo un certo riguardo: non lo leggevo per non sciuparlo. Due sere fa però ho pensato che era un po’ stupido tenere da parte un libro per avere sempre la possibilità di leggerlo. Così l’ho cominciato e, credo per la prima volta in vita mia, sto leggendo un libro che mi piace moltissimo in maniera moderata, non vorace. È un libro densissimo, raramente ci impiego così tanto a digerire delle pagine. Ma non è affatto pesante, scorre che è un piacere. Il bello è che, in senso stretto, non succede mai nulla: c’è il protagonista che pensa e ogni giorno rivive più o meno sempre la stessa – estremamente poetica – situazione. Detto così uno potrebbe immaginarsi una roba noiosissima. E invece no, non solo perché ormai, da quando ho finito l’università, non riesco più a leggere libri pallosi e quindi sono più o meno una garanzia in questo senso. Il fatto è che scritto davvero bene. E poi questa ripetitività non è per forza sinonimo di noia: in Sabato di Ian McEwan in un giorno succede di tutto ed è uno dei libri più deludenti che abbia letto nell’ultimo anno... va beh. Non mi dilungo perché sono solo a metà. Vado a letto. A leggere, naturalmente.

4 commenti:

carlogioria ha detto...

Ho questo libro sul mio comodino da agosto; adesso mi hai fatto venir voglia di leggerlo. Ho letto ieri "David Golder" di Irène Némirovsky, sai quella di "Suite Francese" e sono rimasto fulminato. Pensa che questa ha scritto questa cosa nel 1929! E'modernissima. http://www.adelphi.it/catalogo/media_ris/2052_r.jpg
Il tuo blog è una meraviglia.
Ah! la Etxebarria la conosci? Forse te l'ho già chiesto. E il tuo Skipe name me lo dai? Figurati adesso le battute del Gian!!!!

eltorodeoro ha detto...

tanto lo so che mi hai chiamato in causa perchè pensi che io sia superiore e smetta con le battute...e invece sono inferiore(...non è vero)e te le continuerò a fare...ma quando meno te lo aspetti...dammi tu il tuo skype name balengo,il mio lo sai.la peccato per oggi, è durato poco ma è stato bellissimo a presto!le tue foto sono meravigliose,e che colori, mi dai il nome del tuo callista e il tuo numero di scarpe...non te l'aspettavi eh...
baci

Giulia K. ha detto...

lo so caos calmo è molto bello...nonostante robert odi veronesi...una chicca...in questi giorni stanno girando il film ispirato a caos calmo...sembra che il protagonista sia ...Nanni Moretti...chi ha fatto il casting fors enon aveva letto la sceneggiatura.Oppure ho letto una cazzata un mesetto fa...

Madame ha detto...

no, il film no... Cioè è un libro da film ma sono stufa di tutti qs film tratti dai libri... e poi moretti non centra una mazza con pietro. E poi moretti era già in lutto nella stanza del figlio, possibile che non ne trovino un altro?
In skype dovrei essere laura_ferraris, casale monferrato, niente cose strane qs volta... Non so perchè ma da quando sono in cina ogni tanto il pc si impallla e mi succede sempre quando sono al telefono con skype (gian giuro, non è una scusa ;-), oggi ci riproviamo)... Irène Nemirovsky: mi ispira da tanto ma non ho ancora comprato niente (però credevo che suite francese fosse la sua unica opera. chissà perchè). Quando ho fatto le valigie ho dovuto sacrificare i libri. Fino a natale non se ne parla. a meno che qno di voi non venga a shanghai prima...