24 ottobre, 2007

Hai voluto la bicicletta?

Un saluto rapido. Ho un sacco di lavoro da fare, una cena da organizzare a casa col Tixi e dei suoi amici e devo ancora pranzare. Ieri sono uscita in bicicletta a fare foto in giro per Shanghai. E mi sono persa. Robe da matti. Ho pedalato quattro ore dico quattro ore consecutive. Le prime due ero presa anche bene, pensavo: toh guarda, finalmente vedo delle strade nuove. Quando ho realizzato di avere circumnavigato ben due volte la città vecchia però ho iniziato a disperare. E mi sono ricordata di una grande verità intuita fin dal mio primo viaggio in Cina: mai chiedere informazioni ai cinesi, ognuno dà una sua personale, fantastica interpretazione della topografia della città. In sostanza sono uscita di casa alle 12.30 e ho riappoggiato il sedere sul divano alle 17.
Una domanda: l'osso che sta esattamente a metà tra le natiche in fondo in fondo è l'osso sacro? Mi sa che non ce l'ho più.
Baci, la vostra Là da rottamare

6 commenti:

Alfredo ha detto...

Tranquilla ce l'hai ancora, solo che 4 ore in sella ad una bicicletta (magari con un sellino non proprio ergonomico) non sono poche.
Più che da rottamare saresti da allenare! Ciao!

martita ha detto...

Altro che cura "dei ponti"!Comunque l'osso sacro non sta proprio in mezzo alle natiche ma un po' più su...quello di cui parli tu era un residuo ancestrale di coda, meglio non averlo più!Baci baci

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

Pensa che bello se avessimo la coda...io ci penso sempre...non so se più batuffolinosa arrotolata o lunga e vaporosa. Ma sicuramente rosa o bianca.

Giulia K. (aka MeiMei) ha detto...

Pensa che bello se avessimo la coda...io ci penso sempre...non so se più batuffolinosa arrotolata o lunga e vaporosa. Ma sicuramente rosa o bianca.

Marco ha detto...

Cacchio, lascerebbe trasparire troppo le emozioni però!
Immaginati, mi entra la Mei Mei ed io inizio a scodinzolare tipo barboncino! Non è elegante...
;)

ORSON ha detto...

Cara Laura,
è da un po' che non ci sentiamo!
L'altro giorno a Milano ho visitato una bella mostra su Junger dalle parti di Brera. Ti ho pensata e ho bevuto una vodka alla tua salute. Ne hai bisogno!
Mi dispiace per il tuo popò, quando tornerai ci facciamo un po' di ginnastica (lo sai, ho ripreso a correre tra le colline). Dalle parti di Coniolo.
Quando tornerai ti faccio conoscere un giornalista di Radio24 che fa un programma di successo "JeffersonMing" che racconta Cina e America. Ha un inviato da Shanghai. Ma tu potresti batterlo.
I racconti in sella potrebbero andare benissimo. La tua voce poi bucherebbe la radio.
Insomma fatti sentire bestiolina.
p.s. Io la mia coda la immagino come quella di un diavolo, molto lunga e curva, munita di una specie di punta (di pietra).