12 ottobre, 2007

La casa delle Belle

Ieri sera Matteo (il mio concittadino che vive a Shanghai) ha composto questa poesiola per noi tre. Il titolo del post altro non è che il titolo della poesia scelto da Teo (non sono ancora arrivata da sola a questi livelli autocelebrativi).

Belle e gioiose dividon 3 stanze
mangiano, bevono si riempion le panze
Una disegna, un'altra si accultura, ma la terza più alta di nulla ha paura
Uccidono pesci e allevano gatti, i loro racconti fan diventar matti
Uomini e bari, cantanti ed attori il sabato sera non hanno pudori
Se tu vuoi incontrarle non devi temere, son fuori a far festa tutte le sere
Ma non capir male gentile lettore le nostre 3 belle son vere signore
Vestono trendy e mangiano sushi ma sotto le lenti son ricci con gusci
Il passato che torna, il futuro lontano, si stringono forte e si danno una mano
Or dunque concludo per non annoiare mi doccio, mi asciugo e ritorno a sognare...

2 commenti:

martita ha detto...

Ma è meravigliosa!e così realistica...complimenti al poeta!

Marco ha detto...

Che carina...